Ospiti a cena: un dolce di riso è perfetto! Che ne pensate?

Stasera ho ospiti a cena ed ho pensato di preparargli un dolce delicato, con il riso come ingrediente principale…piacerà a tutti!?!…voi che ne dite?Risultati immagini per budino di riso con cacao

  • 600 ml di latte di riso
  • 120 g di riso bianco
  • 50 g di zucchero di canna
  • 50 g di mandorle pelate
  • cacao amaro in polvere
  • 1 limone
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • Cannella in polvere

Aprite la bacca di vaniglia e raschiate i semi mettendoli in una casseruola con 450 ml di latte di riso, lo zucchero di canna, una spolverata di cannella e la scorza grattugiata di 1/2 limone facendolo scaldare, mescolando, fino a quando lo zucchero si sará sciolto.

Aggiungete il riso, abbassate la fiamma, coprite la pentola parzialmente con un coperchio e fate cuocere per 30 minuti (fino a quando il latte sará completamente assorbito).

Frullate il riso aggiungendo gradualmente il latte rimasto fino ad ottenere una crema liscia, quindi unite le mandorle tritate e distribuite la crema in coppette, ultimate con una spolverata di cacao amaro e servite.

Annunci

Usate mai la semola?

La farina di semola di grano duro si produce attraverso la  macinazione del grano duro. Questa farina è tipica delle regioni del sud d’Italia, come Puglia e Sicilia e di altre zone del Mediterraneo meridionale ed orientale.

Il grano duro è un cereale ricco di proteine e di glutine (mediamente superiore a quello presente nella farina di frumento tenero), che rispetto al grano tenero possiede una maggiore capacità di assorbimento dell’acqua e una maggiore lavorabilità; inoltre è un prodotto studiato per tutti i tipi di pasta fatta in casa, nelle preparazioni lievitate, come pane e la focaccia o la pizza.

Oltre alla presenza di fibra, notevole è anche l’apporto di elementi minerali (potassio, ferro e fosforo) ed di vitamine (tiamina e niacina), carotenoidi (luteina e beta-carotene), sostanze che prevengono l’invecchiamento cellulare e sembrano proteggere contro alcune forme di tumore.

Il pane ottenuto da semola di grano duro possiede quindi notevoli capacità antiossidanti…allora prepariamo usando il lievito madre!

  • 1 kg di semola di grano duro
  • 600 ml di acqua
  • 18 g di sale
  • 300 g di lievito madre solido
  • sale

Sciogliete il lievito madre in 100 ml di acqua.

Impastate la semola con l’acqua e il invito e aggiungete poco per volta l’acqua rimasta, quindi aggiungete anche una presa di sale e lasciate riposare l’impasto per 30 minuti.

Rimpastate per 3 volte ogni 30 minuti, quindi realizzate la pagnotta tagliando leggermente la superficie con un coltello e infornate a 250° per 30/40 minuti (sarà cotto quando la parte bassa sarà dura).

Risultati immagini per semola

Colore e dolcezza.

Le carote  donano un bel colore ai nostri biscotti e un dolce sapore di casa…

Li avete mai preparati?

Inzuppati in una tazza di latte di soia sono buonissimi.

  • 120 g di carote
  • 120 g di farina integrale
  • 50 g di farina di riso
  • 50 g di zucchero di canna
  • 50 g di uvetta
  • 40 g di mandorle pelate
  • 1 limone
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 4 cucchiai di latte di riso
  • 3 cucchiai di olio di riso
  • Cannella in polvere
  • Sale

Mettete l’uvetta a bagno in acqua tiepida per 20 minuti.Risultati immagini per biscotti alle carote

Grattugiate le carote e tritate le mandorle.

Scolate e tritate grossolanamente anche l’uvetta.

Unite la farina integrale, quella di riso, il licito stacciato, lo zucchero di canna, le mandorle tritate, le carote grattugiate, la scorza di limone, una abbondante spolverata di cannella, l’uvetta tritata e un pizzico di sale, quindi aggiungete il latte di riso e l’olio e impastate fino ad ottenere un composto morbido; avvolgetelo in un panno e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

realizzate le forme dei biscotti e infornate a 180° per 20 minuti.

Vi piacciono le crocchette?

Per un aperitivo questa sera ho preparato delle deliziose crocchette di ceci, con qualche ingrediente curioso…

Vi piacciono?

  • 450 g di ceci lessati
  • 150 g di spinaci
  • 150 g di zucchini
  • 1 cipolla
  • 40 g di uvetta
  • 50 g di noci
  • semolino
  • sale
  • olio extravergine di oliva

Immagine correlataTritate grossolanamente le noci.

Tagliate le zucchine e la cipolla a fettine sottili.

Rosolate la cipolla in una padella fino a quando si sarà dorata, quindi aggiungete le zucchine e fatele rosolare qualche minuto; aggiungete un goccio di acqua e cuocete fino a quando le zucchine saranno ben cotte e asciutte.

Versate le verdure in un robot da cucina, aggiungete i ceci e frullate fino a quando avrete ottenuto un composto omogeneo; versate il composto in una ciotola capiente, aggiungete una presa di sale, l’uvetta, le noci tritate e mescolate amalgamando bene (se l’impasto dovesse risultare molto morbido aggiungete della farina di semola).

Con le mani umide formate dei cilindri di impasto e ripassateli nella farina di semola, quindi distribuite le crocchette su una placca rivestita con carta da forno e infornate a 180° per 20 minuti, girando le crocchette dopo 10 minuti.

La quinoa non ha più segreti per noi.

Vi racconto una curiosità sulla quinoa: come l’amaranto, viene consumata dagli astronauti durante le loro missioni nello spazio, perchè priva di glutine ma ricca di proteine, carboidrati e fibre.Risultati immagini per astronauti

I semi della quinoa sono ricoperti di una sostanza amara, la saponina, che li protegge dall’attacco degli uccelli, per questo motivo i suoi semi devono essere lavati molto bene prima della cottura.

  • 300 g di quinoa
  • 200 g di piselli lessi
  • 2 zucchine
  • 1 spicchio di aglio
  • Olio extravergine d’oliva
  • Salsa di soia

Cuocete la quinoa in acqua salata, fredda, il doppio del suo volume e per 15 minuti.

Tagliate a fettine sottili le zucchine.

Scaldate una padella con un filo di olio e una spruzzata di salsa di soia, e fateci rosolare l’aglio schiacciato, quindi unite le zucchine e cuocetele a fuoco vivo per 5 minuti, quindi aggiungete i piselli e la quinoa e fate insaporire il tutto per qualche minuto.

Un dolce senza usare il forno: certo che si può preparare!

Perchè accendere il forno per preparare un dolce quando ci sono ricette fantastiche, che non necessitano cottura?!? Vi piace l’idea?

Eccone un esempio!

Ingredienti per il rotolo:

  • 120 g di fiocchi di avena
  • 100 g di uvetta sultanina
  • 90 g di datteri
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di vaniglia
  • acqua qb

Ingredienti per la crema al limone:

  • 150 g di anacardi
  • 60 ml di succo di limone
  • 2 cucchiai di sciroppo di agave
  • 1 cucchiaio di olio di cocco

Procedimento per la crema:

frullate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo, quindi mettetelo in frigo a raddensare.

Procedimento per il rotolo:

polverizzate i fiocchi d’avena in un frullatore, poi aggiungete l’uvetta, i datteri, il sale e la vaniglia frullando ancora fino ad ottenere un composto appiccicoso (se necessario aggiungere 2 cucchiai di acqua un po’ alla volta, finché il composto diventerà una pasta malleabile).

Stendete la pasta a formate un rettangolo di circa 1 cm di spessore, spalmate la crema al limone su tutta la superficie, e arrotolatelo su se stesso, decoratelo con la stessa crema di farcitura, quindi mettetelo in frigo per 2 ore prima di affettalo e servirlo.Immagine correlata

Albicocche dolcissime!

Se avete le albicocche fresche potete usare quelle, se invece non le avete potete usare quelle essiccate…sarà buonissima in entrambe i casi!Risultati immagini per crostata di albicocche caramellate

  • 150 g di albicocche essiccate
  • 120 g di farina tipo 0
  • 100 ml di succo di mela
  • 40 g di nocciole
  • 3 cucchiai di olio di riso
  • 2 cucchiai di malto di riso
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • Lievito per dolci
  • 1 limone

Tostate le nocciole e frullatele finemente con lo zucchero e poi unitele all’olio.

Setacciate la farina e la punta di un cucchiaino di lievito per dolci, aggiungete ‘olio alle nocciole e un po’ di succo di mela, quindi impastate versando il restante succo di mela poco per volta, fino ad ottenere un composto morbido e malleabile; avvolgetelo in un panno e mettetelo a riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Tagliate le albicocche essiccate a dadini e mettetele in una casseruola insieme al malto di riso, alla scorza grattugiata di 1/2 limone e a 350 ml di acqua e fate cuocere per 15 minuti, lasciando restringere il fondo di cottura fino a renderlo uno sciroppo.

Stendete la pasta in una tortiera rivestita con carta da forno in modo tale che abbia il bordo alto, bucherellate il fondo con una forchetta e farcite con le albicocche, quindi infornate a 170′ per 15 minuti.