veg street food all’aeroporto!

Eravamo all’aeroporto di Francoforte, vagando senza meta tra i negozi per far passare 5 ore di scalo…ed ecco apparire un banchetto vegan con esposti cibi e bevande 100% vegetali!…sono sorprese che ancora mi stupiscono, perchè purtroppo non sono ancora così numerosi!…era tutto buonissimo! 😉

veg street food

veg street food

Annunci

Frittata senza uova!

C’é ancora qualcuno che pensa che la frittata 100% vegetale sia impossibile da preparare? No dai!!! Le uova possono essere sostituite dall’aquafaba,che consiste nel liquido di cottura dei legumi, che una volta montato a neve assume una consistenza spumosa come la chiara dell’uovo ed è l’ideale per tutte quelle preparazioni vegane che prevedrebbero l’uso dell’uovo, gonfiandosi in fase di cottura.

  • 1 patata
  • 1 peperone
  • 2 zucchine
  • 8 cipolle
  • 400g di tofu al naturale
  • 150g di aquafaba
  • 25g di farina di riso integrale
  • 25g di farina di ceci
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaino di lievito alimentare
  • 1 cucchiaioni di miso
  • sale
  • peperoncino piccante in polvere
  • curcuma in polvere
  • coriandolo

Mescolate il tofu con l’aquafaba, le farine, la cipolla e l’aglio schiacciato, il lievito, il miso, una abbondante spolverata di curcuma, una presa di sale e una spolverata di peperoncino, poi frullate il tutto fino ad ottenere una pastella omogenea.

Tagliate la patata e il peperone a dadini piccoli e saltateli in padella per circa 10 minuti con un goccio di acqua.

Aggiungete le zucchine tagliate a dadini, le cipolline tritate finemente e un’abbondante quantità di coriandolo, quindi lasciate cuocere per altri 5 minuti.

Stendete le verdure all’interno di una teglia, versateci sopra la pastella di tofu e rimescolate il tutto in modo che gli ingredienti si amalgamino tra di loro, quindi infornate a 160’C per circa 1 ora, fino a quando il bordo della frittata non si imbrunisce leggermente; lasciatela intiepidire per qualche minuto prima di servirla.

Focaccia di patate per cena…mai provata?

Questo tipo di focaccia è davvero morbidissima, e la potete personalizzare con pomodorini, cipolle, olive e gli eventuali alimenti avanzati in frigorifero: spreco zero in cucina!

  • 1 kg di farina
  • 300 g di patate schiacciate
  • 30 g di lievito di birra
  • 1/2 bicchiere di acqua
  • 50 ml di olio extravergine d’oliva
  • 20 g di sale
  • rosmarino

Fate scaldare l’acqua in un pentolino fino a farla intiepidire e poi versate il lievito in modo che si sciolga.

Schiacciate le patate fino a renderle una purea, disponete la farina a fontana su un piano di lavoro e versate il lievito, l’olio extravergine d’oliva, il sale e il purè amalgamando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

ungete una ciotola con olio extravergine di oliva versateci l’impasto e copritelo con un panno lasciandolo lievitare nel forno spento con la luce accesa fino a quando avrà raddoppiato il suo volume.

Stendete l’impasto in una teglia da forno unta e fatelo lievitare per altre 2 ore.

Scaldate il forno a 200°C, infornate e cuocete per circa 30 minuti.

focaccia di patate

focaccia di patate

Lasciate raffreddare, ungete leggermente e spolverate con il rosmarino.

Mirtilli, cannella e avena a colazione!

Una colazione completa ed equilibrata, e mai tralasciare questo dettaglio: invitante anche per gli occhi!

qw1/2 tazza di fiocchi di avena
1 cucchiaino di  semi di lino macinati
1/2 cucchiaio di cannella in polvere
1 presa di sale
1 spolverata di zenzero in polvere
1 cucchiaio di mirtilli
1 tazza di latte di mandorle
1 banana matura schiacciata

Mescolate in una ciotola tutti gli ingredienti, tranne la banana.

Mettete la ciotola in frigorifero per tutta la notte.

Rimuovete il mattino seguente e aggiungete la purea di banana, mescolando bene per assicurarvi che tutto venga mischiato uniformemente, e BUONA GIORNATA!

colazione con mirtilli cannella e avena

colazione con mirtilli cannella e avena

Stili di vita: vivere green!

Vivere green è più semplice di quello che si pensi, e personalmente mi dà grande soddisfazione!

Uno stile di vita sostenibile abbraccia tutti gli ambiti della nostra quotidianità: “vivere green” in famiglia, al lavoro, nella società che viviamo e durante il tempo libero.

Alcuni esempio? Puoi coltivare il tuo piccolo orto sul balcone o puoi aiutare la tua salute utilizzando rimedi naturali.

Puoi dare una seconda vita a molti oggetti che non usi più con il riciclo creativo.

E puoi cercare di riciclare il più possibile anche in cucina: sprechi zero!

vivere green

vivere green

Pane raffermo per donare gusto a questo primo: Canederli vegani

Questo primo realizzato con pane raffermo è un piatto perfetto se lo accompagniamo a verdure di stagione, crude e cotte.

Sono canederli semplici e veloci da preparare!

  • 250 gr di pane raffermo
  • Latte di avena (quanto basta)
  • 1/2 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaio raso di prezzemolo tritato
  • 3 cucchiai di lievito alimentare in polvere
  • 1 patata lessa
  • Sale
  • Pepe
  • (fecola di patate)

Bagnate il pane con il latte di avena, e lasciatelo in frigorifero tutta una notte, quindi strizzate bene il pane, aggiungete il lievito alimentare, il sale, il pepe, l’aglio tritato finemente e mescolate.

Schiacciate la patate e aggiungetela all’impasto, se il composto fosse troppo umido aggiungete un pochino di fecola di patate, portate abbondante acqua ad ebollizione, salatela e con l’aiuto di due cucchiai versate l’impasto formando degli gnocchi, che saranno pronti una volta che saranno venuti a galla.

canederli di pane raffermo vegani

canederli di pane raffermo vegani

Mi piace riciclare più che posso…anche in cucina!

Non avete pensato che le bucce delle patate possono diventare delle perfette chips da sgranocchiare? Sono buonissime, molto croccanti e ricche di vitamine!

Prepariamole insieme, sono facilissime e molto economiche…hahaha!!!

chips di bucce di patatechips di bucce di patate

chips di bucce di patate

  • Bucce di patate biologiche
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Paprika in polvere

Lavate bene le bucce delle patate spazzolandole bene, mettetele in una ciotola con acqua fredda e conservatele in frigorifero per qualche ora quindi scolatele, asciugatele bene e tagliatele a strisce sottili.

Immergete le bucce di patate in una padella con olio bollente e fate friggere per qualche minuto fino a quando non saranno dorate, scolatele su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso, salatele e insaporitele con la paprika.

Non buttiamo via nulla, ma gustiamoci tutto! 🙂