Cheesecake ai mirtilli senza cheese ;-)

Un tipico dolce americano, solitamente basato su una crema di formaggio…il nome stesso ce lo dice…ma noi lo prepareremo senza latte o derivati!…da leccarsi i baffi!

mirtilli

mirtilli

Per la base:
130 g di biscotti
100 g di purea di mele

Per il ripieno:
400 g di yogurt di soia
250 ml di panna montata vegetale
2 limoni
60 g di farina 0
160 g di zucchero di canna
Sale

Per il topping:
120 g di marmellata di mirtilli
250 g di mirtilli

Per la base:
Preparate la base frullando in un mixer da cucina i biscotti con la purea di mele, quindi stendete il composto in uno stampo da torte a cerniera, rivestito con carta da forno.
Per il ripieno:
In una terrina lavorate con la frusta la panna montata vegetale, lo yogurt, la scorza grattugiata dei limoni, lo zucchero, la farina e un pizzico di sale fino ad ottenere un composto liscio e cremoso.
Versate il ripieno sulla base e infornate a 180′ per 35 minuti.
Fate raffreddare completamente la cheesecake prima di toglierla dallo stampo.
Scaldate leggermente la marmellata di mirtilli in modo tale da renderla più liquida, spalmatela sulla cheesecake e cospargetela coni mirtilli.
Mettete la torta in frigorifero per 2 ore prima di servire.

I segreti del tè.

teapot-516024_1280

Tè Bancha:

Bere, bere e ancora bere!

Bere a digiuno la mattina appena alzati e possibilmente lontano dai pasti,

bere tisane e alcune tipi di tè possono aiutarci nel delicato ma importante lavoro di pulizia e drenaggio corporeo.

In particolare il Tè Bancha, oltre ad essere buonissimo può anche essere molto utile al nostro corpo!

il tè bancha è privo di caffeina e teina, quindi lo possono bere tutti a qualsiasi ora, è ricco di antiossidanti, ferro, calcio e vitamina A, è un ottimo alcalinizzante del sangue (regola il ph), è diuretico, ipoglicemizzante e depurativo del sangue.

Ce ne sono 2 tipi: Bancha HojichaBancha Kukicha.Bancha_99_5

Mettete in una pentola 1 lt d’acqua, portare ad ebollizione, aggiungete 1 cucchiaio di tè, lasciatelo bollire per 10 minuti, quindi spegnete il fuoco e dopo 10/15 minuti filtratelo; se bevuto durante i pasti aiuta anche la digestione.   

www.senzalatte.org

Un sito nel quale trovare informazioni, ricette, curiosità, eventi, libri, film, e tanto altro che può aiutare chi soffre di una allergia o intolleranza al lattosio e alle proteine del latte, ai celiaci, ai vegani e alle persone che semplicemente amano il proprio corpo e vogliono mantenersi in salute mangiando sano!

Vi aspetto!

I miei libri nelle migliori librerie!

Se cercate tra gli scaffali di tutte le librerie (tradizionali o online) nella sezione cucina, alimentazione, allergie/intolleranze, spesso anche sotto diete potrete trovare i miei libri:

  • “Il Grande libro delle ricette senza lattosio e proteine del latte”
  • “99 dolci senza latte”

Ed. L’Età dell’Acquario

…poi fatemi sapere qui, sulla mia pagina Facebook: senza latte-manuale di cucina alternativa o su Twitter: @senzalatteOrg cosa ne pensate e soprattutto se avete provato a preparare alcune delle mie ricette!…ci tengo, vi spetto!281252_132086740283020_329627396_n

Sul mio sito…non solo ricette!

Non dimenticatevi di guardare sul mio sito i posti dove andare a mangiare, sono posti dove ho mangiato personalmente e dove potrete mangiare cose buonissime in tutta sicurezza!

DOVE MANGIARE: PROVATI PER VOI!

E se ci mangerete fatemi sapere la vostra opinione, o fatemi sapere se ci sono posti che vorreste condividere sul sito, o consigliarmi!

dove mangiare provati

dove mangiare – provati per voi

Latte d’orzo fatto in casa

Il latte di orzo è un tipo di latte vegetale indicato specialmente per chi soffre di diabete e colesterolo alto, ed è anche molto rinfrescate!

In questa stagione è perfetto, ed è ovviamente molto semplice da preparare in casa.

Mai provato?

  • 40 g di orzo perlato
  • 1 litro di acqua

Mettete a bagno l’orzo per 2 ore, scolate l’acqua e fatelo bollire in 1 litro di acqua per 45 minuti.

Fatelo raffreddare, frullatelo bene e filtratelo con un colino a maglie fitte o con una garza di cotone, quindi dolcificate a piacere con malto o aromi e imbottigliate.

HAPPY BIRTHDAY TO ME!

Happy birthday to me!!!

buon-compleanno-happy-birthday_44

Ci tenevo a festeggiare anche con voi che mi seguite con tanto affetto!!!

Una ricetta leggera e adatta a questa stagione, perché non si deve nemmeno accendere il forno!

…per festeggiare insieme! 🙂

Per la base:

  • 1 bicchiere di mandorle
  • 1/2 bicchiere di datteri
  • cacao amaro in polvere
  • estratto di vaniglia
  • sale

Per il ripieno:

  • 1 avocado
  • 1/2 bicchiere di datteri
  • cacao amaro in polvere
  • 2 cucchiai di pasta di nocciole
  • granella di nocciole

Per la base:

mettete le mandorle in ammollo nell’acqua per almeno 1 ora, poi frullatele aggiungendo assieme ai datteri denocciolati, a qualche cucchiaio di polvere di cacao e ad una presa di sale, fino a quando il composto sarà denso e colloso.

Distribuite il composto sulla base di una tortiera a cerniera rivestita con carta da forno e mettete a riposare in frigorifero.

Per il ripieno:

frullate velocemente insieme tutti gli ingredienti finché il composto risulterà morbido e omogeneo (non troppo a lungo altrimenti l’avocado, scaldandosi, diventerà amarognolo), quindi versatelo sulla base e mettete a riposare in freezer per qualche ora.

Quando servirete la vostra torta potrete guarnirla con granella di nocciole.

BUON COMPLEANNO A ME!!! 😉

Riccioline ferraresi fatte in casa!

 

10462934_524512041025369_670873962284206483_n

A Ferrara la ricciolina è un must, adatta a qualsiasi ora!
Pasta sfoglia con sopra un pizzico di sale, poi in forno fino a quando saranno dorate!

Più facile di così!

I fiori in cucina!

Avete mai pensato che anche i fiori possono essere usati in cucina?

I modi sono i più svariati e i sapori dei vostri piatti saranno ancora più speciali!

Gelsomino – Questi fiori super fragranti vengono utilizzati nel tè, ma si possono usare anche nelle preparazioni dei dolci.

Lavanda – Un sapore dolce, speziato e profumato, un tocco in più in piatti salati e dolci. A Marsiglia fanno un biscotto tipico all’aroma di lavanda, le “navette”.

Menta – Abituati ad usare solo le foglie? No, anche i fiori sanno di menta!

Rosmarino – I fiori hanno un sapore più moderato rispetto alla pianta; utilizzateli per guarnire i piatti.

Rucola – I fiori sono piccoli con un sapore pepato molto più accentuato delle foglie.

clover-flower-93851292248447oxZ

Trifoglio – Da piccola li chiamavo zuccherini, per la loro dolcezza con una nota di liquirizia.

viole-del-pensiero

Viola – Ha un sapore delicato di menta. Ideale per insalate, pasta, piatti a base di frutta e bibite.

Primule selvatiche – Ottime nell’insalata, si consumano sia i fiori che le foglie, che sono tenere e dolci, i fiori invece sono quasi inodori ma hanno un gradevole sapore piccante. Potete usare anche i boccioli.

Ghiaccioli con frutta fresca

Arrivano le giornate calde ed un ghiacciolo fresco non può mancare!

Una ricetta: GHIACCIOLI ALLE FRAGOLE9b5b851564539e2f9b63f909baf01838

  • 100 gr di fragole
  • 100 ml di acqua
  • 1 limone
  • 40 gr di zucchero bianco

Scaldate l’acqua in un pentolino, aggiungete lo zucchero e fatelo sciogliere completamente, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare, nel frattempo frullate le fragole (alcune tenetele da parte e fatele a fettine), quindi aggiungete anche lo sciroppo di zucchero e il succo di mezzo limone.

Passate in un colino il composto ed eliminate anche la schiuma, quindi mettete le fragole fatte a fettine nel fondo degli stampini per i ghiaccioli, e versateci il composto di fragole frullate; lasciate in freezer fino a quando si saranno solidificati.