Una versione per tutti!

I miei libri per tutti!…per conoscere, per cucinare insieme, in maniera sana e consapevole, senza contaminazioni e senza privazioni, con molte ricette Vegan friendly! Potete trovare i miei libri in tutte le librerie!

  • Il grande libro delle ricette senza lattosio e proteine del latte
  • 99 dolci senza latte


Ma i miei libri non sono solo in versione cartacea, tradizionale, sono anche in versione Ebook!

Come mantecare in una cucina vegana?

Durante le nostre preparazioni, a volte, ci serve qualcosa per mantecare, ad esempio il nostro risotto…quindi cosa possiamo utilizzare al posto del “tradizionale” Parmigiano?

riso frullato

Questa è una ricetta che ci permetterà di ottenere una crema adatta alla mantecatura di piatti salati, ma potrete renderla anche dolce, ad esempio per accompagnare una torta, come farcitura, o come vero e proprio dolce al cucchiaio.

Per la versione salata basta lessare del riso bianco in poca acqua salata, facendolo stracuocere fino a quando sarà morbido (vedrete affiorare l’amido in superficie), quindi frullatelo e voilà!

La crema è pronta per mantecare i vostri piatti!

Ma se lo desiderate, una volta frullato potrete aggiungere dello sciroppo d’acero, del malto, una spolverata di cannella o del cacao zuccherato con cui decorate, farcire o gustare la crema di riso dolce una volta diventata fredda!

Formaggio spalmabile vegan

Un formaggio vegetale morbido, ideale da spalmare sul pane, o da sciogliere nella pasta…date sfogo alla vostra fantasia in cucina per utilizzare al meglio questo buonissimo formaggio vegetale morbido e delicato, che ha una caratteristica fondamentale: è velocissimo da preparare, ed è pronto in 6/8 ore di frigorifero!

formaggio vegetale morbido
  • 4 cucchiai di farina di riso
  • 1/2 vasetto di yogurt di soia al naturale
  • sale
  • lievito alimentare in scaglie
  • 1 limone
  • olio di semi

Mettete in un pentolino la farina di riso e il vasetto di yogurt, quindi iniziate a mescolare, una volta che si saranno amalgamati aggiungete due prese di sale, 2 prese di lievito alimentare in scaglie, un filo di olio, e per ultimo il limone.

Lasciate cuocere fino a quando il composto inizierà ad addensarsi, quindi versatelo in una ciotola precedentemente unta e riponetelo in frigorifero.

Se volete renderlo più saporito potete aggiungere le spezie in polvere che preferite…anche quelle piccanti, come la paprika saranno perfette!

Crostata salata

Una crostata salata per cena vi sembra un’idea originale? Allora prepariamola insieme!

pasta frolla salata integrale

Per la frolla:

  • 150gg di farina integrale
  • 50 g di farina di grano saraceno
  • 50 g di olio extravergine d’oliva
  • 70 ml di acqua
  • sale

Unite in una ciotola la farina integrale e quella di grano saraceno.

A parte mescolate l’olio, l’acqua e una presa di sale, quindi unite le farine ed impastate fino ad ottenere una palla omogenea; avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.

Per la farcia:

  • 230 g di fagioli lessati
  • curcuma in polvere
  • 3 cucchiai di salsa di soia
  • 1 limone
  • prezzemolo
  • broccoli
  • lievito alimentare in scaglie

Frullate i fagioli insieme alla salsa di soia, al succo di mezzo limone, qualche ciuffo di prezzemolo e una abbondante spolverata di curcuma, mescolando fino ad ottenere una crema densa.

Stendete la frolla in una tortiera rivestita con carta da forno, bucatela con una forchetta, versateci la farcia e disponeteci sopra i broccoli, una spolverata di lievito alimentare in scaglie, quindi infornate a 180° per 20/25 minuti.

Se desiderate un effetto ancora più gratinato potete aggiungere una spolverata di pangrattato sulla verdura da far gratinare gli ultimi 5 minuti di cottura.

Meraviglia dell’Universo: lo zenzero.

Nella lingua giapponese lo zenzero è la “Meraviglia dell’Universo” ed è da secoli riconosciuto per i suoi valori terapeutici nella medicina tradizionale orientale, da quella cinese a quella tibetana, ma anche gli scienziati di oggi si stanno avvicinando a questa splendida radice, perché sembra abbia capacità antitumorali!

Secondo uno studio della Columbia University lo zenzero sarebbe in grado di limitare lo stimolo della fame: basterebbe bere una tazza di infuso prima dei pasti per far meno fatica quando si è a dieta e aiutare il dimagrimento.

tisana allo zenzero

In generale, la sua capacità di restituire tono a tutto l’organismo la rende sicuramente una radice che dobbiamo avere in casa e che dobbiamo imparare ad utilizzare!

  • Ha proprietà digestive Infatti migliora i processi digestivi grazie alle oleoresine e agli oli essenziali che accrescono la secrezione di succhi gastrici, stimolano la produzione di bile e quindi favorendo il funzionamento dell’intestino.
  • Protegge lo stomaco Proteggere le pareti dello stomaco, permettendo così di ridurre i problemi di acidità gastrica.
  • Agisce a livello intestinale A livello intestinale riduce i gonfiori, favorisce l’eliminazione dei gas ed esercita una funzione calmante nei confronti degli spasmi.
  • È un antinfiammatorio Ha effetti analgesici ed antinfiammatori.
  • Allevia i problemi legati all’artrosi E’ scientificamente provato che sia in grado di alleviare i problemi legati all’artrite e all’artrosi.
  • È antiossidante E’ in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento cellulare, se poi viene utilizzato nella preparazione di piatti che prevedono anche l’uso di aglio e cipolla, questo ne aumenta le capacità.
  • Efficace contro la nausea Si può masticare lo zenzero candito, oppure usare l’olio essenziale nel diffusore, o bere un infuso con pezzetti di zenzero fresco per aiutare la diminuzione del senso di nausea.
  • È efficace contro lo stress Aiuta a combattere la malattia principale di oggi: lo stress, ma anche la stanchezza e il mal di testa.
  • Previene malattie invernali Permette di prevenire e guarire l’influenza, la tosse, la febbre, la bronchite e il mal di gola che solitamente ci affliggono d’inverno. Basta mettere in infusione alcuni pezzetti di zenzero in acqua bollente e berne più tazze durante il giorno.
  • Ha proprietà antitumorali Aiuta la lotta contro la formazione e lo sviluppo delle cellule tumorali, in particolare nella prevenzione del tumore alla prostata, al colon, allo stomaco e alle ovaie.

…serve altro per convincerci che sia una radice UTILE al nostro organismo?!? Per me no…e poi io adoro il suo profumo e il suo sapore leggermente piccante! 🙂

Ormai lo trovate in moltissimi supermercati, oppure in erboristeria o ancora nei negozio che vendono spezie online (…dove lo compro io ad ottimi prezzi!).

Orecchiette ai broccoli, inmancabili!

  • 350 g d’orecchiette pugliesi
  • 350 g di broccoli
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla
  • melassa
  • olio extravergine d’oliva
  • 200 g di pomodorini
  • pomodori secchi
  • capperi
  • sale
  • peperoncino tritato
  • aceto di mele

Tagliate i broccoli a ciuffetti, e tagliate i pomodorini a metà, metteteli in padella con un filo d’olio e l’aglio schiacciato, quindi aggiungete i broccoli, i pomodorini, un bicchiere di acqua, una presa di sale e di peperoncino e lasciate cuocere per qualche minuto.

Caramellate le cipolle tagliandole a fettine sottili e mettendole in una casseruola con un bicchiere di acqua, una spruzzata di aceto e un cucchiaio di melassa e lasciate che assorbiscano completamente il liquido.

Nel frattempo cucinate la pasta in abbondante acqua salata; a metà del tempo di cottura indicato scolatela e finite la cottura nella padella con il sugo e i broccoli aggiungendo un pochino di acqua di cottura. Una volta che le orecchiette saranno cotte aggiungete le cipolle caramellate, i capperi e i pomodori secchi tagliati a striscioline, fateli saltare un paio di minuti e servite.  

Che ne pensate? Vi piace questa ricetta sfiziosa? 🙂

Riso marino ricco di proteine vegetali!

Perchè “marino“? Dentro ci metteremo le alghe, che oltre ad essere ricche di sali minerali, betacarotene e vitamine B, daranno un sapore un po’ diverso, esotico, “marino” al nostro riso!

Essa rappresenta anche una ricca fonte di proteine, che la rendono una fonte proteica complementare alle tradizionali proteine vegetali o animali.

Riso “marino”:

alga wakame in ammollo
  • 300 g di riso integrale
  • 15 g di alghe wakame
  • 4 carote
  • 1 scalogno
  • 50 g di piselli
  • 50 g di lenticchie
  • olio extravergine d’oliva
  • tamari
  • cumino

Lavate il riso sotto l’acqua corrente, mettetelo in una pentola con 3 volte la sua quantità di acqua (900 ml) salata, e fate cuocere fino a quando l’acqua si sarà completamente assorbita.

Mettete le alghe in ammollo in acqua a temperatura ambiente per 15-20 minuti.

Intanto tritate finemente le carote e lo scalogno, e metteteli in padella con un filo di olio ed eventualmente un goccio di acqua, fino a quando si saranno appassite.

Aggiungete anche le alghe tagliate a striscioline sottili, quindi unite i piselli e le lenticchie, una spolverata di cumino e una spruzzata di tamari, e fate saltare un paio di minuti.

Unite anche il riso, fatelo saltare in padella qualche minuto e servite.

…profumo di mare nei nostri piatti!

Buoni in Turchia e buoni a casa mia!

Un dolce tipico turco, in onore delle origini di mio marito…buonissimo, che potrete trovare anche nel mio libro “99 dolci senza latte”!

BAKLAVA:

  • 1 confezione di pasta phyllo
  • 500 g di frutta secca mista
  • 200 g di burro vegetale o margarina vegetale
  • 200 g acqua
  • 100 g di zucchero
  • 2 cucchiaini di miele
  • 1 limone
photo-15530215.jpg

Tritare la frutta secca, in un pentolino sciogliete a fuoco basso il burro vegetale, spennellate una teglia con il burro vegetale e adagiarvi il primo foglio, spennellare abbondantemente con il burro vegetale e ripetere l’operazione con altri 3 fogli, coprire con metà della frutta secca tritata e coprire con altri 3 strati di pasta phyllo anch’essi ben imburrati, versare la seconda metà di frutta secca e ultimare con i restanti 3 fogli di pasta sempre imburrata.

Tagliate il dolce a rombi o quadrati e infornate a 160° per 30 minuti poi a 200° per 10 minuti.

Preparare uno sciroppo con l’acqua, lo zucchero, il miele e qualche goccia di limone, fatelo addensare sul fuoco per pochi minuti e lasciatelo raffreddare.

Sfornate il dolce e bagnatelo con lo sciroppo, quindi fatelo riposare 2 ore prima di servire.

Questo sito non potete non seguirlo!

www.senzalatte.org
http://www.senzalatte.org

Un sito nel quale trovare informazioni, ricette, curiosità, eventi, libri, film, e tanto altro che può aiutare chi soffre di una allergia o intolleranza al lattosio e alle proteine del latte, ai celiaci, ai vegani e alle persone che semplicemente amano il proprio corpo e vogliono mantenersi in salute mangiando sano!

Vi aspetto!