Meringhe 100% vegan!

Pensate che non sia possibile fare le meringhe SEBZA UOVA?

Pensate che non vengano bene?

Pensate che non siano altrettanto buone? Sbagliato!

Sono leggere e buonissime! Provatele e fatemi sapere cosa ne pensate!!! 🙂

meringa senza uova

meringa

Per l’acqua faba:

  • 200 g di ceci
  • 300 ml di acqua

Per le meringhe:

  • 100 ml di acqua di cottura dei ceci
  • 120 g zucchero a velo
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • estratto di vaniglia

Mettete i ceci a bagno per una notte, poi metteteli in pentola a pressione con 300 ml di acqua e fateli cuocere a fiamma moderata per circa 30 minuti dal fischio; terminata la cottura lasciateli raffreddare (se volete potete usare anche i ceci in scatola; scolateli tenendo da parte).

Con uno sbattitore elettrico montate i ceci nell’acqua, aggiungendo poco alla volta lo zucchero e l’estratto di vaniglia, fino ad ottenere un composto spumoso e fermo.

Riempite una tasca da pasticcere con il composto ottenuto e create delle piccole meringhe su una placca rivestita con carta da forno, e infornate a 100° per 4 ore.

Annunci

Allergici, intolleranti, vegani, celiaci e amanti di se stessi!

I miei libri per tutti!…per conoscere, per cucinare insieme, in maniera sana e consapevole, senza contaminazioni e senza privazioni, con molte ricette Vegan friendly! Potete trovare i miei libri in tutte le librerie!

Ma i miei libri non sono solo in versione cartacea, tradizionale, sono anche in versione Ebook.

“Il grande libro delle ricette senza lattosio e proteine del latte”

e “99 dolci senza latte” potete trovarli in entrambe i formati. 🙂

…voi quale formato preferite?

Insalata in barattolo per conservarla più a lungo!

INSALATA IN BARATTOLO:
Si può conservare per 2/3 settimane e lo potete preparare di qualsiasi verdura.

  • 2 carote
  • 2 ravanelli
  • Acidulato di umeboshi

Tagliate le verdure a fettine sottilissime e mettetele in un vasetto di vetro; portate ad ebollizione 1 bicchiere di acqua.
Versate l’acidulato di umeboschi nel vasetto riempiendolo per 1/4, quindi versate l’acqua calda riempiendo tutto il vasetto, chiudetelo e rovesciatelo per mescolare bene i liquidi.
Riapritelo e copritelo con una garza fissata con un elastico e lasciate riposare all’aria, senza tappo, per 3/4 giorni,quindi togliete la garza, chiudete il vasetto e riponetelo in frigorifero.

Formaggio veg da spalmare!

Un formaggio vegetale morbido, ideale da spalmare sul pane, o da sciogliere nella pasta…date sfogo alla vostra fantasia in cucina per utilizzare al meglio questo buonissimo formaggio vegetale morbido e delicato, che ha una caratteristica fondamentale: è velocissimo da preparare, ed è pronto in 6/8 ore di frigorifero!

  • 4 cucchiai di farina di riso
  • 1/2 vasetto di yogurt di soia al naturale
  • sale
  • lievito alimentare in scaglie
  • 1 limone
  • olio di semi

Mettete in un pentolino la farina di riso e il vasetto di yogurt, quindi iniziate a mescolare, una volta che si saranno amalgamati aggiungete due prese di sale, 2 prese di lievito alimentare in scaglie, un filo di olio, e per ultimo il limone.

Lasciate cuocere fino a quando il composto inizierà ad addensarsi, quindi versatelo in una ciotola precedentemente unta e riponetelo in frigorifero.

Se volete renderlo più saporito potete aggiungere le spezie in polvere che preferite…anche quelle piccanti, come la paprika saranno perfette!

formaggio vegetale morbido

formaggio vegetale morbido

Un manuale di cucina alternativa per tutti!

Un sito nel quale trovare informazioni, ricette, curiosità, eventi, libri, film, e tanto altro che può aiutare chi soffre di una allergia o intolleranza al lattosio e alle proteine del latte, ai celiaci, ai vegani e alle persone che semplicemente amano il proprio corpo e vogliono mantenersi in salute mangiando sano!

Vi aspetto!

Nessuna scusa, trovate i miei libri in tutte le librerie! ;-)

A ottobre del 2014 ho scritto il mio primo libro.

i miei libri

i miei libri

L’ho scritto proprio per aiutare più persone possibili a convivere con una grave allergia alimentare o on un’intolleranza, ma anche semplicemente per suggerire qualche ricetta interessante a chi voglia fare una precisa scelta di vita anche in campo alimentare e per andare incontro a chi voglia seguire un regime alimentare sano o leggero, ma non per questo triste per il palato e monotono nei sapori.

Il grande libro delle ricette senza lattosio e proteine del latte

Il grande libro delle ricette senza lattosio e proteine del latte, Edizioni L’Età dell’Acquario 2014.
Quando si scopre di essere allergici o intolleranti al lattosio e alle proteine del latte, la prima domanda che ci si fa è: «E adesso cosa mangio?». Perché moltissimi alimenti contengono latte, lattosio, siero di latte, latte in polvere o derivati, sia come ingredienti effettivi che come conservanti naturali. Ci si sente così di fronte a una scelta comunque svantaggiosa: mettere in pericolo la salute o cambiare radicalmente in peggio la qualità della vita. In realtà, una situazione che all’inizio può mettere in grave difficoltà può trasformarsi in un’occasione per rinnovare la propria idea di cucina e per acquisire maggiore consapevolezza riguardo agli ingredienti che utilizziamo ogni giorno. Dopo un’interessante introduzione sulle intolleranze e le allergie alimentari, su come riconoscerle e viverle serenamente, con molti utili consigli per chi si trova ad affrontare una dieta (e una vita!) tutta nuova, l’autrice propone un’ampia scelta di ricette stuzzicanti e appetitose – tra antipasti, primi, secondi, contorni, dressing e dolci –, per intolleranti non solo al lattosio ma anche al glutine, per i vegani e per tutti coloro che condividono la loro vita e le loro scelte, ma non vogliono rinunciare ai piaceri del palato. Anche senza il latte, la cucina può restare una fonte di soddisfazione e di gioia.

A distanza di un anno, a ottobre 2015, è uscito il mio secondo libro, dedicato completamente ai dolci e naturalmente senza latte.

99 dolci senza latte99 dolci senza latte, Edizioni L’Età dell’Acquario 2015.
«Sei allergico al lattosio?! Oh, poveretto, non puoi mangiare nemmeno un dolce…». E invece no, anche gli allergici e gli intolleranti potranno finalmente concedersi deliziosi peccati di gola… anzi, se ne potranno concedere addirittura novantanove! In questo libro troverete infatti altrettante ricette dolci e golose − persino sane e un po’ dietetiche −, prive di latte, lattosio e derivati, in parte (quaranta di esse) adatte anche ai vegani perché senza ingredienti di origine animale.
Novantanove ricette buone, leggere e semplici da realizzare, che non hanno nulla da invidiare alla tradizione della pasticceria italiana e internazionale. Nessuno, fra i vostri commensali, si accorgerà che non contengono latte e burro. Rimarrà un vostro piccolo segreto!
Cosa state aspettando allora? Mettetevi ai fornelli e sfatate il mito dei dolci poco golosi e privi di sapore per intolleranti. Coccolatevi con bavaresi alla gelatina di fragole, bignè alla crema, bomboloni al cioccolato, budini, cannoli e molto altro!

Mantecare si può al 100% vegetale!

Durante le nostre preparazioni, a volte, ci serve qualcosa per mantecare, ad esempio il nostro risotto…quindi cosa possiamo utilizzare al posto del “tradizionale” Parmigiano?

Questa è una ricetta che ci permetterà di ottenere una crema adatta alla mantecatura di piatti salati, ma potrete renderla anche dolce, ad esempio per accompagnare una torta, come farcitura, o come vero e proprio dolce al cucchiaio.

riso stracotto

riso stracotto

Per la versione salata basta lessare del riso bianco in poca acqua salata, facendolo stracuocere fino a quando sarà morbido (vedrete affiorare l’amido in superficie), quindi frullatelo e voilà!

riso frullato

riso frullato

La crema è pronta per mantecare i vostri piatti!

Ma se lo desiderate, una volta frullato potrete aggiungere dello sciroppo d’acero, del malto, una spolverata di cannella o del cacao zuccherato con cui decorate, farcire o gustare la crema di riso dolce una volta diventata fredda!

farcia dolce

farcia dolce