food movie: “La grande abbuffata”

Un film italo-francese del 1973 per “uscire” da queste feste con “leggerezza”! Hahahaha!!!

LA GRANDE ABBUFFATA

Un capolavoro di Marco Ferreri, il suo più grande successo commerciale.

Con Ugo Tognazzi, Michel Piccoli, Marcello Mastroianni, Philippe Noiret.lagrandeabbuffata.jpg

Una metafora sul consumismo della società del benessere inesorabilmente votata all’autodistruzione.

Quattro amici di diversa estrazione sociale, uniti dal comune amore per la buona tavola, stanchi della vita noiosa e inappagante che conducono, decidono di suicidarsi, chiudendosi in una casa nei dintorni di Parigi…mangiando fino alla morte.

La colazione è fondamentale!

Scegliere la colazione giusta è molto importante, e non tutte le colazioni hanno le stesse qualità nutritive, sia che sia una colazione dolce che salata!

frutta

Ecco qui una colazione salata un po’ diversa dalla “solita” colazione, che contiene tutto ciò che ci serve per iniziare la nostra giornata!

  • 3 cucchiai di ricotta vegetale
  • 1/2 cucchiaino di scorza di limone grattugiata
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 1/2 cucchiaini di miele
  • 1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva
  • 2 tazze di baby spinaci
  • 1/2 tazza di farro
  • melograno
  • 1 cucchiaio di mandorle
  • sale

Cuocete il farro e gli spinaci in abbondante acqua con un pizzico di sale.

Nel frattempo tostate le mandorle in una padella per qualche minuto.

In una ciotola unite la ricotta, la buccia del limone grattugiata e il miele; in un’altra ciotola unite l’olio, il succo di limone e una presa di sale.

Mettete in ogni ciotola 3 cucchiai di farro cotto e 3 cucchiai di spinaci ben scolati, quindi unite i due composti precedentemente preparati e ultimate mettendoci sopra una manciata di chicchi di melograno e le mandorle tostate.

E voi che colazione fate?

Non chiamatelo solo tè!

Il per molti popoli è entrato a far parte della vita quotidiana, e in molti casi non è solo una bevanda calda dal sapore gradevole ma rappresenta un modo di vivere, un gesto di accoglienza, un segno di amicizia e di ospitalità, una pausa dalla confusione della vita moderna…come amo chiamarla io: una coccola!

Ma il non solo questo, ma molto molto di più! Il tè ha dei benefici nascosti, che pochi conoscono: contribuisce a contrastare malattie anche croniche, come le malattie cardiache o i tumori grazie ai flavonoidi, molti dei quali hanno funzione antiossidante, capaci di raccogliere e disattivare i radicali liberi potenzialmente dannosi!…ad esempio 1 tazza di tè verde fornisce circa 200 mg di flavonoidi, e l’assunzione di 3 tazze di tè al giorno per 2 settimane fa aumentare di circa il 25% la concentrazione di flavonoidi nel sangue e le loro proprietà antiossidanti!…mica male!

Lo immaginavate? …La semplicità con cui beviamo una tazza di tè rende difficile immaginare che in ogni singolo sorso ci siano sostanze capaci di fortificare le nostre difese immunitarie!

Io ammetto di non avere una vera e propria preferenza, forse al primo posto metterei il tè turco, dal sapore e dal profumo intensi! Ma la cosa per me fondamentale e che NON sia zuccherato, per poter godere a pieno dei suoi aromi, anche se questo non modificherebbe le sue proprietà benefiche!

…quindi mai dire “No grazie” ad una tazza di tè! 😉

A voi quale piace di più? Quello nero, bianco, verde, il classico tè inglese, quello affumicato, ai frutti, alle spezie…?t__-variet__.jpg

Dove si va stasera a cena?

Non dimenticatevi di guardare sul mio sito i posti dove andare a mangiare, sono posti dove ho mangiato personalmente e dove potrete mangiare cose buonissime in tutta sicurezza!

dove mangiare provati per voi

dove mangiare – provati per voi

DOVE MANGIARE: PROVATI PER VOI!

E se ci mangerete fatemi sapere la vostra opinione, o fatemi sapere se ci sono posti che vorreste condividere sul sito, o consigliarmi!

Formaggio vegetale alle erbe: finirà subito!

E se vi viene voglia di uno snack leggero, o di un sandwich, o di una bruchetta…come fate senza un delizioso formaggio spalmabile?

Ecco una soluzione: formaggio spalmabile vegetale alle erbe!

  • 3 panetti di tofu classico
  • 4/5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di sale
  • 10 foglie di basilico

  • 1 rametto di rosmarino

  • 2 rametti di prezzemolo

  • 1 mazzetto di erba cipollina
  • 10 foglie di salvia

Sbollentate i panetti di tofu in acqua per 2/3 minuti in modo da ammorbidirli, asciugateli con della carta assorbente e tagliateli a cubetti.

Tritate finemente le erbe e mettetele nel mixer insieme ai cubetti di tofu, all’olio e al sale, quindi frullate fino a quando avrà assunto la consistenza di una crema (eventualmente aggiungete qualche cucchiaio di acqua per rendere il composto più cremoso).Screen Shot 2016-01-02 at 02.17.11.png

Facile, veloce e buonissimo…spalmate a piacere!

Alcune idee per riciclare anche in cucina ;-)

Una regola per tutti: in cucina non si butta via nulla!

Da questo presupposto sono nate molte associazioni, come ad esempio  La Cucina Verde che è un’associazione culturale di Milano, dove il principio è la cucina circolare, in cui non si spreca nulla, dal seme al piatto!

Qualche consiglio per riciclare e usare tutto?

  • L’acqua di cottura dei legumi può essere lasciata raffreddare e poi utilizzata per innaffiare le piante, e non solo, l’acqua di cottura dei ceci può essere utilizzata per fare delle meringhe o torte buonissime!

  • Il limone: il succo si può utilizzare per insaporire una torta, e la buccia per fare infusi e tè.

  • Foglie delle verdure: ad esempio quelle del broccolo o del cavolfiore possono essere lessate per fare un infuso e poi scottate in padella.

  • Con gli scarti di estratti o centrifugati, potete preparare delle polpettine dolci crude, oppure potete aggiungerli all’impasto delle torte per renderle ancora più gustose, o ancora preparare burger vegetali, timballi o polpette.

  • I pomodori un po’ appassiti potete farli seccare in forno cosparsi di olio e erbe, per 2 ore a 220°C, oppure durante l’estate potete farli essiccare al sole.

Screen Shot 2016-01-04 at 01.38.28.png…quando volete buttare via qualche scarto…pensateci bene, vedrete che troverete sicuramente un nuovo utilizzo nella vostra cucina! ;-)

 

Muffins ai broccoli.

Stasera avevo voglia di qualcosa di buono e di nuovo, avevo dei broccoli nel frigorifero ed ho pensato che in questa versione potessero essere “deliziosamente diversi”!

muffins ai broccoli

muffins ai broccoli

  • 1 broccolo
  • 40 g di farina
  • 230 g di latte di soia
  • 2 cucchiaini di tahini
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaino di lievito
  • salsa di soia
  • sale
  • olio extravergine d’oliva

Cuocete il broccolo al vapore per 15 minuti; mettete da parte qualche ciuffo di broccolo, il resto mettetelo nel mixer insieme alla farina, al latte di soia, alla curcuma, al lievito e ad una spruzzata di salsa di soia, e frullate il tutto.

Ungete e infarinate uno stampo da muffin e riempiteli con la pastella per 3/4, e infilate al centro di ogni stampino una punta di broccolo messa precedentemente da parte, quindi infornateli a 200° C per 25 minuti, fino a quando saranno dorati.

Sfornate i muffin, lasciateli raffreddare qualche minuto prima di servirli.

…A volte basta poco per rendere speciale una verdura!

Non siete d’accordo con me? 😉