Il mio blog! Non perdetevelo!

Un sito nel quale trovare informazioni, ricette, curiosità, eventi, libri, film, e tanto altro che può aiutare chi soffre di una allergia o intolleranza al lattosio e alle proteine del latte, ai celiaci, ai vegani e alle persone che semplicemente amano il proprio corpo e vogliono mantenersi in salute mangiando sano!

Vi aspetto!

Annunci

Buon compleanno amore mio!

Oggi è il compleanno del mio maritino, e al contrario di quello che chiunque potrebbe pensare, il suo dolce preferito è…rullo di tamburi…la crostata di frutta!

…o la sua versione mini: le crostatine di frutta!

crostatine frutta

crostatine frutta

Ebbene sì, pur essendo un curioso culinario, che ama provare ed assaggiare, il suo dolce preferito è un dolce semplicissimo e molto classico…che oggi gli preparerò per festeggiarlo “dolcemente”! 😉

Per la frolla:

  • 300 g di farina
  • 80 ml olio di semi di mais
  • 80 ml latte di soia (alla vaniglia)
  • 80 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato
  • 1 cucchiaino raso di aceto di mele

Per la crema:

  • 100 g di zucchero
  • 320-350 ml di latte di soia (alla vaniglia)
  • 4 cucchiai di maizena
  • 1 bustina di zafferano

Per la copertura:
fragole
kiwi
gelatina di albicocche

Per preparare la frolla mescolate in una ciotola tutti gli ingredienti secchi, quindi aggiungete l’aceto, l’olio e il latte impastando vigorosamente fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.

Stendete la frolla con un mattarello e disponetela su uno stampo per crostate precedentemente unto e infarinato, bucherellate la frolla con una forchetta e infornate a 180 C° per circa 30 minuti.

Per la crema: mischiate in un pentolino 50 g di zucchero e 2 cucchiai di maizena, mettete sul fuoco aggiungendo 80 ml di latte, mezza bustina di zafferano, mescolando continuamente, fino a quando la crema inizierà ad addensarsi, quindi aggiungete altri 80 ml di latte e attendere che la crema raggiunga la consistenza desiderata.

Lasciate riposare e raffreddare la crema prima di comporre la crostata.

Tagliate la frutta a fettine, e distribuitela sulla crema precedentemente versata all’interno della base di frolla, quindi spennellatela di gelatina e lasciatela addensare in frigorifero.

DUCHESSE MELANZANE E MIGLIO

Le melanzane di prestano a moltissime preparazioni, oggi le useremo per cucinarle insieme al miglio.

Le potete preparare con tutte le verdure che volete, per cambiare il colore di ogni duchessa!

duchesse colore

duchesse colorate

  • 1 panetto di tofu
  • 2 melanzane 
  • 6 cucchiai di miglio
  • Olio oliva
  • Farina di farro
  • 1 patata
  • 1/2 cipolla
  • Prezzemolo
  • sale

Cuocete il miglio in acqua per 20 minuti.
Cuocete le melanzane, la cipolla e la patata al vapore, quindi frullatele.

Aggiungete anche il miglio e frullate nuovamente, incorporate la farina al composto per renderlo più denso, un po’ di prezzemolo e un filo di olio.
Mettere il composto in una tasca da pasticcere con la punta a stella e realizzate le duchesse su una placca rivestita con carta da forno; quindi infornate per 20 minuti a 180°C.

Un manuale di cucina alternativa per TUTTI!

Un sito nel quale trovare informazioni, ricette, curiosità, eventi, libri, film, e tanto altro che può aiutare chi soffre di una allergia o intolleranza al lattosio e alle proteine del latte, ai celiaci, ai vegani e alle persone che semplicemente amano il proprio corpo e vogliono mantenersi in salute mangiando sano!

Vi aspetto!

Io in libreria!

Se cercate tra gli scaffali di tutte le librerie (tradizionali o online) nella sezione cucina, alimentazione, allergie/intolleranze, spesso anche sotto diete potrete trovare i miei libri:

  • “Il Grande libro delle ricette senza lattosio e proteine del latte”
  • “99 dolci senza latte”

Ed. L’Età dell’Acquario

…poi fatemi sapere qui, sulla mia pagina Facebook: senza latte-manuale di cucina alternativa o su Twitter: @senzalatteOrg cosa ne pensate e soprattutto se avete provato a preparare alcune delle mie ricette!…ci tengo, vi spetto!281252_132086740283020_329627396_n

Patate, patate e ancora patate!

LA PATATA:

La parte commestibile della pianta della patata è il suo tubero; ci sono moltissime qualità di patate,

patate

patate

che variano in forma, colore, consistenza della sua pasta e sapore, ad esempio le patate a pasta bianca sono più farinose e quindi più adatte a preparazioni dove la patata viene frantumata, come purè, crocchette, gnocchi o sformati, mentre la patata a pasta gialla, più soda e compatta, è adatta ad essere cucinata fritta, alla griglia, al cartoccio o al forno.

Fresche si trovano da marzo a giugno quelle dette “patate novelle”, mentre le altre fino a dicembre, e non devono avere germogli, protuberanze, raggrinzimenti o macchie verdi.

Per conservarle tenetele in luoghi freschi, bui e asciutti.

Si possono consumare con o senza la buccia.

TORTINI DI PATATE E PEPERONI:

  • 600 g di patate
  • 400 g di peperoni rossi
  • 1/2 cipolla
  • latte di soia
  • lievito alimentare a scaglie
  • 60 g di burro vegetale
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Tagliate i peperoni a dadini piccoli.

Tagliate la cipolla a fettine sottili e fatela imbiondire in una padella con un filo di olio, quindi aggiungete i peperoni.

frullate i peperoni e aggiungeteci anche una abbondante spolverata di lievito alimentare.

Lessate le patate in abbondante acqua salata con la buccia; una volta cotte spellatele e schiacciatele dentro un tegame, quindi unite il burro vegetale e una presa di sale, e scaldate il composto a fuoco basso mescolando.

Aggiungete un goccio di latte di soia e la crema di peperoni, e versate il composto in stampini unti riempiendoli per 3/4, infornateli e cuoceteli a 180° per 20 minuti.

Paticceria salata: scopriamo una ricetta insieme!

La pasticceria salata è sempre ottima da servire per un aperitivo, facile da preparare, e molto sfiziosa!

pasticceria salata biscotti tartine sandwich stuzzichini

pasticceria salata

Questi biscotti salati, fatti con tofu, cipolle e curry, riscuoteranno sicuro successo!

Per la frolla:

  • 250 g di farina
  • 80 ml di olio di  mais
  • 40 ml di acqua
  • 8 g di cremortartaro
  • sale
  • 50 g di barbabietola frullata

Per il ripieno:

  • 1 panetto di tofu
  • 1/2 cipolla
  • 2 cucchiaini di curry
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • olio extravergine di oliva
  • sale

 

In una ciotola unite la farina con un pizzico di sale e il cremortartaro, quindi aggiungete l’olio, l’acqua e la barbabietola frullata, mescolando fino ad ottenere un composto malleabile; avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetelo a riposare in frigorifero per 30 minuti.

Tagliate la cipolla a dadini e fatela saltare in padella con un filo di olio, aggiungete il curry e la curcuma, il tofu sbriciolato, una presa di sale e qualche goccia di acqua, e lasciate cuocere per 10 minuti.

Stendete la pasta, ritagliatela della forma che più preferite, disponete i biscotti su una placca rivestita con carta da forno e distribuite un po’ di ripieno su ogni biscotto, quindi disponete un altro biscotto sopra e chiudetelo bene con le dita o con una forchetta premendo sul bordo, spolverate con un pizzico di sale e infornate a 180°C per 20 minuti.