Chips sì, ma originali!

Chips sfiziose come aperitivo! Che ne dite?!

chips

chips

Per la maionese
  • 250 gr olio di semi
  • 25 ml di limone
  • 5 ml di aceto
Per le chips
  • 3 patate gialle
  • 3 patate rosse
  • 3 barbabietole rosse
  • olio di arachide
  • sale
  • pepe
  • paprika
Per preparare la maionese versate in una ciotola alta le uova e l’aceto, montatele con le fruste elettriche, e a filo aggiungete l’olio fino a quando la maionese avrà raggiunto la consistenza desiderata.
Pelate le barbabietole, lavate bene le patate ma non sbucciatele; con una mandolina affettate gli ortaggi in rondelle sottili, sistemandole in 2 ciotole separate.
Scaldate bene l’olio in una pentola alta ma non troppo grande e friggete poco alla volta fino a quando saranno croccanti e dorate, quindi scolatele su carta assorbente e cospargete di sale e paprika.
Sistemate la maionese in una ciotolina e servite insieme alle chips.
Annunci

Fiori in cucina per dare colore e sapore

Avete mai pensato che anche i fiori possono essere usati in cucina?

I modi sono i più svariati e i sapori dei vostri piatti saranno ancora più speciali!

Ovviamente il modo più semplice è in insalata.

insalata fiori

insalata con fiori

Gelsomino – Questi fiori super fragranti vengono utilizzati nel tè, ma si possono usare anche nelle preparazioni dei dolci.

Lavanda – Un sapore dolce, speziato e profumato, un tocco in più in piatti salati e dolci. A Marsiglia fanno un biscotto tipico all’aroma di lavanda, le “navette”.

Menta – Abituati ad usare solo le foglie? No, anche i fiori sanno di menta!

Rosmarino – I fiori hanno un sapore più moderato rispetto alla pianta; utilizzateli per guarnire i piatti.

Rucola – I fiori sono piccoli con un sapore pepato molto più accentuato delle foglie.

Trifoglio – Da piccola li chiamavo zuccherini, per la loro dolcezza con una nota di liquirizia.

Viola – Ha un sapore delicato di menta. Ideale per insalate, pasta, piatti a base di frutta e bibite.

Primule selvatiche – Ottime nell’insalata, si consumano sia i fiori che le foglie, che sono tenere e dolci, i fiori invece sono quasi inodori ma hanno un gradevole sapore piccante. Potete usare anche i boccioli.

Gattopardo…in cucina!

La cucina raccontata da Giuseppe Tomasi di Lampedusa ne “Il Gattopardo” proviene proprio dalle origini del suo autore, che viene da una terra ricca di tradizioni culinarie, di ottimi ingredienti e di ricette straordinarie.

Qualche anno fa è stato scritto anche un libro sulla cucina del romanzo di Tomasi di Lampedusa, “La tavola del Gattopardo“.

Gattopardo

Gattopardo

I miei consigli per mangiare fuori!

dove mangiare

dove mangiare

Non dimenticatevi di guardare sul mio sito i posti dove andare a mangiare, sono posti dove ho mangiato personalmente e dove potrete mangiare cose buonissime in tutta sicurezza!

DOVE MANGIARE: PROVATI PER VOI!

E se ci mangerete fatemi sapere la vostra opinione, o fatemi sapere se ci sono posti che vorreste condividere sul sito, o consigliarmi!

Ricordi in cucina.

Un ricordo di infanzia intramontabile!

tronco cioccolato

salame al cioccolato

Il salame al cioccolato è un dolce che ogni tanto bisogna rifare…anche solo per coccolare il nostro bambino interiore, e tornare un po’ indietro nel tempo…mia nonna me lo preparava sempre!

  • 100 g di burro vegetale
  • 250 g di biscotti secchi
  • 1 banana
  • 100 g di zucchero
  • 50 g di cacao amaro in polvere

Impastate tutti gli ingredienti, avvolgetelo nella carta stagnola e fatelo rassodare in freezer per un paio d’ore.

Tagliate il salame di cioccolato a fette e servite.

TORTINE SALATE

TORTINE SALATE:

  • 300 g di fave sgranate
  • 2 carote
  • 100 g di farina 1
  • 100 g di tofu al naturale
  • 2 cucchiai di prezzemolo
  • 2 spicchi di aglio
  • latte di soia
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
torte salate

torte salate

Tritate il prezzemolo con l’aglio privato dell’anima e metteteli a rosolare qualche minuto in un pentolino con 4 cucchiai di olio.

Impastate la farina con metà dell’olio al prezzemolo, una presa di sale e acqua a sufficienza per ottenere un impasto morbido; avvolgetelo in un panno e lasciatelo riposare per 1 ora.

Tagliate le carote a rondelle e lessatele per circa 10 minuti.

Lessate anche le fave per  circa 10 minuti, sbucciatele e tagkiatele grossolanamente, quindi conditele con l’olio al prezzemolo rimasto.

Mettetele in padella facendole saltare per 5 minuti insieme alle carote.

Frullate il tofu insieme a metá delle carote e delle fave, e ad un po’ di latte di soia ricavandone una crma densa, quindi unite al composto le verdure rimaste.

Stendete la pasta il più sottile possibile e rivestiteci gli stampi leggermente unti, farciteli con il composto di verdure e infornate a 190°C per 15/20 minuti.

Libri per tutti!

I miei libri.

I miei libri.

I miei libri per tutti!…per conoscere, per cucinare insieme, in maniera sana e consapevole, senza contaminazioni e senza privazioni, con molte ricette Vegan friendly! Potete trovare i miei libri in tutte le librerie!
Ma i miei libri non sono solo in versione cartacea, tradizionale, sono anche in versione Ebook.

Ad esempio su Amazon “Il grande libro delle ricette senza lattosio e proteine del latte”
e “99 dolci senza latte” potete trovarli in entrambe i formati. 🙂

…voi quale formato preferite?