Biscottini croccanti crudisti: il forno non vi servirà! ;-)

Avete mai provato i biscotti crudisti? Vi fate bloccare nella preparazione di un biscotto dal semplice fatto che non si debba cuocere?…pensate che si possa ottenere solo una schifezza? Male!

Provateli e vedrete che oltre ad essere facili da preparare ne gaudagnerà il gusto e la salute!

biscotti crudisti avena e uvetta

Ci serviranno pochi ingredienti:

  • 100 g di fiocchi di avena
  • 1 banana matura
  • una manciata di mandorle
  • una manciata di uvetta
  • oppure 2 datteri denocciolati
  • 1 cucchiaio di cacao in polvere

frullate tutti gli ingredienti insieme, formate i biscotti e lasciateli essiccare per 8 ore nell’essiccatore.

Non avete l’essiccatore? Nessun problema, mettete i biscotti nel forno a massimo 50°, una volta che saranno diventati croccanti lasciateli raffreddare e serviteli con una bella tazza di tè caldo, per una merenda sfiziosa!

Non lasciate il sedano ad intristirsi nel frigo, usiamolo per un fresco pesto di sedano!

Personalmente cerco di generare meno immondizia possibile, cerco di riciclare tutto quello che posso, di utilizzare meno plastica e imballaggi possibili, e cerco soprattutto di utilizzare tutte le parti degli alimenti che utilizzo nelle mie preparazioni…non ho inventato nulla di nuovo e originale, anzi!…faccio ciò che per anni hanno fatto “le nostre nonne”! Un esempio pratico?

Quando comprate il sedano solitamente le sue foglie vengono buttate, e viene mangiato solo il gambo…noooo!

Possiamo usare le sue foglie per preparare una salsa ricca di vitamine, sali minerali e ferro!

@E. Akyurt

Questa ricetta vi piacerà sicuramente perché è davvero facile da realizzare!

  • 100 g di foglie di sedano
  • 40 g di mandorle o pinoli
  • ½ limone
  • 1 cucchiaio di lievito alimentare
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine d’oliva

Tritate finemente le mandorle, o i pinoli, e il sedano, aggiungete il lievito alimentare e successivamente l’olio e il succo di limone, mescolate il tutto ed utilizzate come salsa per bruschette e snack, oppure per condire un piatto di pasta.

Formaggio “Cheddar” vegetale crudista…nulla da invidiare!

Tante volte abbiamo parlato di formaggi vegetali, che non hanno nulla da invidiare ai formaggi tradizionali, di origine animale…oggi vi spiegherò una ricetta per preparare il formaggio “cheddar” crudista.

  • 200 g di anacardi
  • 30 g di pomodori secchi
  • 1 cucchiaio di miso
  • 1/3 di tazza di olio di cocco
  • 1 cucchiaino di senape
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • ½ cucchiaino di pepe
  • 1 cucchiaino di paprika
  • un pizzico di sale

Mettete in ammollo gli anacardi per una notte.

Scolate gli anacardi, frullateli e aggiungete tutti gli ingredienti fino ad ottenere una crema densa.

Su un foglio di carta da forno distribuite la crema e fatela rassodare in frigorifero per almeno 4 ore.

Formate della palline, o una forma unica, e servite il formaggio con cracker, fette di pane tostato o grissini.

Se desiderate un formaggio più morbido potete lasciarlo un pochino fuori dal frigorifero prima di servirlo.

Un bel sito da “gustare” tutti i giorni

www.senzalatte.org
http://www.senzalatte.org

Un sito nel quale trovare informazioni, ricette, curiosità, eventi, libri, film, e tanto altro che può aiutare chi soffre di una allergia o intolleranza al lattosio e alle proteine del latte, ai celiaci, ai vegani e alle persone che semplicemente amano il proprio corpo e vogliono mantenersi in salute mangiando sano!

Vi aspetto!

Gelato vegan senza gelatiera!

Fa caldo e…la voglia di gelato si fa più frequente…quindi prepariamolo in casa, senza necessariamente l’uso della gelatiera!

@S. Mishra
  • 200 g di latte vegetale
  • 200 g di panna vegetale
  • 100 g di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di cannella

Versate gli ingredienti a freddo nel frullatore e amalgamate il tutto.

Versate il composto in una ciotola, meglio se in alluminio, e riponetela nel freezer per almeno 6 ore, avendo cura di smuoverlo spesso per le prime 3 ore, in modo da evitare la formazione di cristalli di ghiaccio, usando un frullatore a immersione.

Servite il vostro gelato con il topping che preferite, con frutta fresca o frutta secca!

“99 dolci senza latte”: un libro per preparare dolci buonissimi!

99 dolci senza latte,

i miei libri

«Sei allergico al lattosio?! Oh, poveretto, non puoi mangiare nemmeno un dolce…». E invece no, anche gli allergici e gli intolleranti potranno finalmente concedersi deliziosi peccati di gola… anzi, se ne potranno concedere addirittura novantanove! In questo libro troverete infatti altrettante ricette dolci e golose − persino sane e un po’ dietetiche −, prive di latte, lattosio e derivati, in parte (quaranta di esse) adatte anche ai vegani perché senza ingredienti di origine animale.
Novantanove ricette buone, leggere e semplici da realizzare, che non hanno nulla da invidiare alla tradizione della pasticceria italiana e internazionale. Nessuno, fra i vostri commensali, si accorgerà che non contengono latte e burro. Rimarrà un vostro piccolo segreto!
Cosa state aspettando allora? Mettetevi ai fornelli e sfatate il mito dei dolci poco golosi e privi di sapore per intolleranti. Coccolatevi con bavaresi alla gelatina di fragole, bignè alla crema, bomboloni al cioccolato, budini, cannoli e molto altro!

Ghiaccio, frutta e fantasia!

Un ghiacciolo più che naturale!

@J. Wellington

Tanta frutta fresca, ghiaccio e un po’ di fantasia!

Ghiacciolo fragole e lampone

  • 80 gr di lamponi
  • 100 gr di fragole
  • 100 ml di yogurt vegetale
  • 100 ml di latte vegetale

Nel frullatore mettete i lamponi e le fragole, lo yogurt e il latte vegetale

Fate congelare il latte nel contenitore dove fate il ghiaccio, quindi mettetelo in un frullatore e aggiungete la frutta fresca, quindi aggiungete lo yogurt vegetale fino a quando i cubetti di latte ghiacciato si saranno spezzettati, quindi riempite gli stampini da ghiacciolo e riponeteli nel freezer per 24 ore.

Se volete renderli ancora più gustosi potete inserire negli stampini da ghiacciolo anche qualche pezzetto di frutta fresca.

In cucina Senzalatte!

@D. Roseclay

Nel mio libro: “Il grande libro delle ricette senza lattosio e proteine del latte” Ed. L’Età dell’Acquario potete trovare tante ricette adatte a tutti, anche ai vegani…

…ed altre ancora sul mio blog: www.senzalatte.org

…sulla mia pagina Facebook: senza latte – manuale di cucina alternativa

…o su Twitter: @senzalatteOrg!

Perché chiunque può avere un problema alimentare di intolleranza/allergia, o può fare una scelta etica o salutistica…noi allergici/intolleranti al lattosio e alle proteine del latte abbiamo una alimentazione che si avvicina moltissimo a quella di coloro che scelgono di non voler mangiare nulla che abbia derivazione animale, e quindi…tutti IN CUCINA SENZA LATTE!

Alghe: proteine vegetali ricche di sapore!

Perché usare le alghe in cucina?

alghe-in-cucina-guida

Perché le alghe sono ricchissime di proteine e di iodio, che è utile per prevenire i disturbi alla tiroide e per sviluppare il metabolismo: sia per quanto riguarda l’assorbimento delle sostanze nutritive, sia per quanto riguarda la migliore digestione degli alimenti, pertanto possono essere usate come sostitute del sale.

Contengono sali minerali, calcio, ferro, zinco, rame, socio, magnesio, potassio e fosforo, beta-carotene, vitamina A, B, C, D ed E.

Danno senso di sazietà, e ci liberano dalle impurità e dalle tossine favorendone l’eliminazione aiutando il fegato e i reni.

Alcune di essere sono: Dulse, Hijiki, Arame, Kombu, Wakame, Klamath, Agar Agar e Nori, quest’ultima usata per la preparazione del sushi (ognuna di queste, poi, ha sue specifiche proprietà).

Cioccolata spalmabile…buona da leccare anche il barattolo!

Voglia di cioccolata da spalmare sul pane? Ecco una ricetta facilissima e soprattutto velocissima per preparare a casa la più buona cioccolata che abbiate mai mangiato!

cioccolata spalmabile vegetale vegan
  • 1 avocado
  • 100 gr di miele 
  • 100 ml di latte di riso
  • 10 gr di cacao amaro
  • estratto di vaniglia

Mettete la polpa dell’avocado in un frullatore insieme agli altri ingredienti e insieme a qualche goccia di estratto di vaniglia, quindi frullate il tutto sino ad ottenere un compito omogeneo.

Mettetela in un barattolo e spalmatela sul pane o su una fetta biscottata!

Super buona!