Muffins all’arancia vegani e soprattutto buonissimi!

  • 220 g farina integrale di grano
  • 100 g farina di mandorle
  • 50 g cacao amaro in polvere
  • 320 ml di succo di arancia (oppure latte vegetale a piacere)
  • 12 cucchiai di sciroppo di agave/acero
  • 100 ml olio di semi di girasole/mais
  • Scorza di 3 arance
  • sale
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 1 cucchiaino di bicarbonatoImmagine correlata

Ganache al cioccolato:

  • 200 g cioccolato fondente
  • 100 ml succo di arance
  • Scorza di un’arancia

In una ciotola versate tutti gli ingredienti secchi e la scorza di 3 arance, con l’aiuto della frusta mescolate bene gli ingredienti.

Frizzate nel bicchiere il bicarbonato con l’aceto.

Unite nel frullatore il latte, l’olio e la miscela di bicarbonato e aceto e frullate per circa 1 minuto, quindi versate sugli ingredienti secchi e mischiate per bene.

L’impasto deve risultare denso e spugnoso.

Riempite i pirottini di carta con l’impasto e infornate a 180C° per 20-25 minuti.

Nel frattempo sciogliete a bagno maria il cioccolato con succo d’arancia, aggiungete la scorza e il succo d’arancia e lasciate raffreddare la ganache.

Una volta addensata la crema decorate i muffins!

Quali sono i 10 cibi vegani migliori e più adatti all’uomo?

Quali sono i 10 cibi vegani migliori e più adatti all’uomo?

Immagine correlata

Abbiamo voluto fare una classifica delle 10 categorie di cibi che non devono mai mancare sulla tua tavola se vuoi stare bene, evitare le malattie e avere sempre una buona energia…

Infatti vige molta confusione nell’ambiente dell’alimentazione naturale e ancora di più in chi ha deciso di fare un passo importante come quello di avvicinarsi all’alimentazione vegana e crudista..

Molte persone si approcciano al crudismo e al veganismo in modo sbagliato, spesso smettendo di colpo di mangiare tutti i cibi che ritengono dannosi… in questo modo c’è il rischio di andare incontro a problemi con la conseguenza di tornare sui propri passi ed abbandonare questo percorso virtuoso.

1° FRUTTA

Il cibo elettivo per l’uomo è la frutta; esatto, la frutta dovrebbe occupare gran parte della nostra alimentazione. A torto la frutta viene considerata come dessert, come una piccola merenda, ma se vuoi veramente essere al top della forma, devi imparare a mangiare la frutta.

2° VERDURA A FOGLIA VERDE

Come secondo classificato tra i cibi da mangiare ogni giorno.

3° CRUCIFERE

Le crucifere sono molto importanti perché hanno delle molecole che aiutano il fegato nella disintossicazione dall’ambiente inquinato e sono anche inibitori di virus, batteri e altri microbi.. E prevengono il cancro!

4° VERDURA CRUDA MULTICOLORE

Ogni giorno è ottimo consumare una insalatiera piena di ogni tipo di verdura cruda.

5° SEMI E NOCI

Quindi come quinta categoria dei cibi mettiamo semi e noci insieme. I semi e le noci rientrano nella categoria dei grassi.

6° OLI VEGETALI E FRUTTI GRASSI

I grassi del mondo vegetale sono parecchi, puri e percepiti come tali, cioè gli oli a crudo.

Se consumati in quantità minime aiutano alcune funzioni fondamentali dell’organismo come per esempio a facilitare l’attività del cervello…

7° CEREALI INTEGRALI

Qui stiamo parlando dei cereali integrali e possibilmente biologici come avena, miglio, grano saraceno, segale, quinoa, cuscus, bulgur, farro, grano e amaranto.

8° LEGUMI INTEGRALI

Da 3 a 6 volte la settimana consuma legumi.

Sono importanti in un regime dietetico salutare.

Per legumi intendiamo fagioli di ogni tipo, ceci, cicerchie, piselli, fave, lenticchie.

Anche qui la scelta è molto varia.

9° ALGHE

  • Alga Nori
  • Alga Kombu
  • Alga Wakame
  • Alga Dulse

Le alghe sono delle vere e proprie verdure del mare e hanno delle caratteristiche nutrizionali importanti; da consumare 2 volte la settimana per la loro ricchezza nutritiva.

10° VERDURE AMIDACEE COTTE CONSERTIVAMENTE

La cottura a vapore leggera è un ottimo compromesso, soprattutto d’inverno.

Ghiaccioli per tutti i gusti.

Dolci ghiacciati alla frutta per tuti ingusti!

per grandi e per piccini!

Ghiaccioli alla frutta:
220 g di more
220 g di lamponi
200 g di zucchero
4 cucchiai di succo di limone
In due tegami separati, combinate 50 g di zucchero, 120 g di acqua, 2 cucchiai di succo di limone e le more.
Portate ad ebollizione e lasciate sobbollire a fiamma bassa per 5 minuti.
Frullate il tutto e filtrate con un colino.
Quando i composti si saranno raffreddati diluiteli con acqua e versatene un po’ sul fondo degli stampini da ghiaccioli e trasferiteli nel freezer fino a quando si saranno induriti.
Procedete ottenendo lo stesso composto con i lamponi e distribuitelo sopra la parte congelata alle more, quindi rimettete nel freezer e fate indurire.

Un ghiacciolo per gli adulti:
800 g di pomodori pelati
1 cucchiaino di rafano grattugiato
1 cucchiaino di salsa Worcestershire
Sale
Peperoncino in polvere
120 ml di vodka
1 lime
Frullate i pelati fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Unite il rafano, la salsa Worcestershire, un pizzico di sale e di peperoncino, e la vodka, quindi frullate.
Trasferite negli stampini da ghiaccioli e fate solidificare nel freezer.
Per servirli spolverateli con la scorza grattugiata del lime.

Ghiccioli al cioccolato e mango:
2 manghi
4 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di panna vegetale
2 cucchiai di succo di limone
200 g di cacao in polvere
1/2 tazza di cocco grattugiato
Tagliate i manghi a pezzetti e trasferiteli in un tegame, aggiugete lo zucchero, 350 ml di acqua e il succo di limone, portate ad ebollizione cuocendo per 5 minuti.
Trasferite il tutto nel frullatore riducendolo a purea, versate il composto negli stampini e lasciateli solidificare nel freezer.
Scaldate la panna vegetale e aggiugeteci il cacao in polvere, versate il composto negli stampini con la purea di mango solidificata e riponete nuova,ente nel freezer.
Tostate il cocco grattugiato e prima di servire i ghiaccioli fateceli rotolare dentro.

Ghiaccioli verdi:
3 cetrioli
2 lime
1 cucchiaio di sciroppo di agave
1 rametto di menta
Portate ad ebollizione 1 cetriolo tagliato a pezzetti, il succo dei lime, lo sciroppo di agave, qualche foglia di menta e 470 ml di acqua, lasciando cuocere per 10 minuti.
Fate raffreddare e filtrate con un colino.
Disponete sul fondo di ogni stampino una fettina di cetriolo tagliata finemente e copritela con il liquido preparato precedentemente, quindi riponete nel freezer e lasciate solidificare.

Immagine correlata

Un sito ricco, ricchissimo!

Un sito nel quale trovare informazioni, ricette, curiosità, eventi, libri, film, e tanto altro che può aiutare chi soffre di una allergia o intolleranza al lattosio e alle proteine del latte, ai celiaci, ai vegani e alle persone che semplicemente amano il proprio corpo e vogliono mantenersi in salute mangiando sano!

Vi aspetto!

Burger 100% vegetali per pranzo!

  • 200 g di lenticchie
  • 2 carote medie
  • 2 gambi di sedano
  • 100 g di semi di girasole macinati
  • 2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
  • 1 cucchiaino di cipolla secca in polvere
  • Sale
  • erbe aromatiche a piacere

Risultati immagini per burger lenticchie

Mettete a bollire le lenticchie, una volta cotte scolatele e lasciatele raffreddare leggermente. Tritate in un robot da cucina tutti gli ingredienti.

Infine aggiungete i semi di girasole macinati, il lievito alimentare, sale e erbe aromatiche a piacere e mescolate (l’impasto deve risultare compatto e morbido).

Formate i burger con le mani o con l’aiuto di una coppa pasta su una teglia rivestita da carta forno e cuocete nel forno a 180 C° per circa 30-40 minuti (fino a quando saranno dorati).

Frittelle da Luna Park

Immagine correlata

  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 20 g di zucchero
  • 230 g di acqua
  • 280 g di farina
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 g di sale
  • Olio per friggere
  • zucchero semolato

Nella planetaria versate l’acqua e scioglieteci il lievito e lo zucchero, aggiungete la farina impastando, poi l’olio e per ultimo il sale.
Lavorate bene fino ad ottenere un impasto morbido e uniforme.
Mettete l’impasto in una ciotola leggermente oleata e coprite con pellicola, lasciate lievitare per 1 ora o fino al raddoppio, in un posto caldo e lontano da correnti d’aria.

Dividete l’impasto in palline e allargatele con le mani fino ad ottenerne dei dischi del diametro di circa 14 cm.
Friggete ogni frittella per pochi minuti da un lato e dall’altro finché diventano ben dorate.
Scolate su carta assorbente e poi nello zucchero semolato.

Insalata di grano saraceno.

Risultati immagini per Insalata di grano saraceno olive mais

  • 160 g di grano saraceno
  • 2 pomodori
  • 150 g di mais
  • 1 gambo di sedano
  • 80 g di olive denocciolate (oppure altre verdure marinati aciduli)
  • 2 cucchiai di olio evo
  • Paprika dolce a piacere

Lavate il grano saraceno

Bollite per 5 minuti, coprendo di circa 3 dita di acqua e lasciate gonfiare per altre 5-10 minuti con coperchio chiuso (in questo modo il grano saraceno diventa friabile), infine tagliate a dadini tutte le verdure e aggiungete al grano saraceno tiepido.

Condire con olio, sale e paprika a piacere.